L’orto sinergico

Progetto orti condivisi

Lo scopo è di coinvolgere famiglie, scuole e parrocchie nella realizzazione di orti sinergici, per dare un esempio pratico di come ognuno di noi possa contribuire ad azzerare la filiera alimentare e partecipare ad un’esperienza conviviale che, oltre alla produzione di cibo, riporti l’uomo all’ interno dell’ ecosistema e non al di sopra di esso.

.

La sperimentazione e la diffusione di tecniche di coltivazione dell’agricoltura sinergica, l’instaurazione e il mantenimento di uno stato di convivialità ed armonia tra gli aderenti all’Orto sarà  un esempio concreto di recupero del rapporto con la terra ed i suoi prodotti utilizzabile per visite guidate e per la promozione delle tecniche adottate.

 

 

 

I principi dell’agricoltura sinergica sono:

– non arare nè zappare

– non compattare il suolo

– non concimare

piantare e seminare insieme almeno tre specie diverse di piante.

Preparazione delle superfici coltivabili:

Effettuazione di una sola preparazione iniziale del terreno. Assenza di aratura o di qualsiasi altro tipo di disturbo del suolo (es. sarchiatura) negli anni successivi per evitarne il compattamento.

.

 

Preparazione di bancali larghi 120 cm, lunghi 5 mt, separati uno dall’altro da passaggi larghi almeno 50 cm.

­

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ importante dividere nettamente la zona dove si passa per lavorare da quella dove invece crescono le piante coltivate sinergicamente… in questo modo si evita di compattare il suolo calpestandolo.

Non usare fertilizzanti (salvo l’uso di compost nella preparazione iniziale dei bancali qualora il terreno risulti povero di nutrienti).

L’irrigazione delle piante viene effettuato con il sistema a goccia.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Nella zona coltivata si mantiene la terra sempre ricoperta da uno spesso strato di pacciamatura (meglio un misto di materiale di recupero o di riciclo: paglia, rametti, carta non tossica, foglie morte) che ha la stessa funzione delle foglie morte sul suolo di un bosco.

La pacciamatura trattiene una basilare umidità del suolo, combatte la crescita delle erbe spontanee causando ombra sul terreno, protegge la fertilità del suolo dal dilavamento della pioggia, evita l’ effetto di compattamento del suolo quando piove violentemente.

Per avere la sinergia ottimale di solito si seminano insieme:

1) almeno una LEGUMINOSA (legumi), come i ceci, le lenticchie, i fagioli, i piselli.

Le leguminose, tramite un batterio che cresce nelle loro radici, HANNO LA CAPACITA’ DI FISSARE L’ AZOTO ATMOSFERICO NEL SUOLO

(principale nutrimento di tutte le piante).

2) almeno una LILIACEA (intorno agli altri due tipi di piante), come l’ aglio, la cipolla, il porro, lo scalogno

(piccola cipolla rossa allungata, detta anche ”cipolla romana”).

Le liliacee TENGONO LONTANI I BATTERI per le loro caratteristiche chimico-biologiche.

3) almeno una verdura comune al centro della zona seminata, mantenendo una giusta distanza minima tra le piante (perchè non si ”soffochino” reciprocamente).

SAREBBE MEGLIO COLTIVARE ANCHE DEI FIORI nella stessa zona seminata: la Calendula ha una potente attività antibatterica, il Piretro ed il Nasturzio tengono invece lontane le formiche.

Le Erbe Spontanee (classicamente chiamate ”erbacce”) possono aiutare a trattenere umidità nel suolo (con le loro radici) e sono da rimuovere (a mano e generalmente senza sradicare completamente) e sfoltire SOLO NEL CASO CHE SOFFOCHINO IL NOSTRO SEMINATO GERMOGLIANTE O ADOMBRINO LE NOSTRE PIANTE COLTIVATE E I LORO FIORI-FRUTTI.

Annunci

11 Risposte to “L’orto sinergico”

  1. Calderara in Transizione Says:

    E’ ufficiale!!!!
    Per la prima volta, a Calderara, verrà fatto un esperimento importantissimo.
    Esattamente domenica 23 ottobre alle ore 8 ci troviamo a casa di Daniele per fare il primo orto sinergico del comune. Sono consigliati guanti, scarponi e badile. A mezzogiorno pranziamo tutti insieme. Vale la regola per cui ognuno porta qualcosa.
    Chi è interessato può contattarci all’ indirizzo di posta elettronica calderaraintransizione@gmail.com

  2. Jerry Says:

    Una bellissima giornata…. sono esausto ma felice!!
    Grazie a tutti!!!

    • massimo Says:

      Ieri mi hanno insegnato a usare il badile e la cariola. Non ho male alla schiena….suppongo mi abbiano insegnato bene 🙂
      Grazie a Marcello e Daniele

  3. massimo Says:

    A Longara c’è della terra per fare degli orti condivisi. Ci vorrebbero almeno 5/6 persone che siano interessate al proggetto.

  4. Massimo Canzini Says:

    Vorrei organizzare una serata informativa dove una persona esperta ci spiegasse esattamente di cosa si tratta.

  5. Massimo Canzini Says:

    Spero presto!!

  6. Massimo Canzini Says:

    Ieri sera sono andato a vedere il film documentario “Genuino Clandestino” . Al termine del film ho partecipato al mio primo world cafè organizzato dal CAT
    Li ho finalmente conosciuto il “famoso” Stefano delle lame. Avendo un orto sinergico da tre anni si è reso disponibile a darci una mano.

  7. Massimo Canzini Says:

    A breve incontrerò qualcuno della giunta che,probabilmente ci offrirà della terra per sperimentare i nostri orti sinergici. Sarebbe interessante sapere la zona dove risiedono le persone interessate per poter valutare meglio quanta terra ci potrebbe servire e dove. Almeno per cominciare.

  8. Massimo Canzini Says:

    “Quando incoraggiamo la gente a coltivare parte del proprio cibo la stiamo incoraggiando a prendere il potere nelle proprie mani. Potere sulla propria dieta, potere sulla propria salute e potere sul proprio portafogli. Penso che questo sia veramente sovversivo perché stiamo dicendo di sottrarre quel potere a qualcun altro, ad altri soggetti sociali che attualmente hanno potere su cibo e salute.” Roger Doiron

  9. Massimo Canzini Says:

    Abbiamo avuto la concessione a tempo determinato della striscia di parco di via turati a nord, larga non più di 20 metri per una lunghezza di 50

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: